edizione Emilia Romagna
Un novembre dall’aroma di funghi e tartufi
notizia pubblicata 15 novembre 2013 alle ore 10:40 nella categoria Enogastronomia

Funghi e tartufo saranno protagonisti del calendario di feste e sagre di novembre dell'Emilia alla Romagna. Si parte con la 'Tartufesta 2013' sull'Appennino Bolognese che fino al 17 novembre investirà i Comuni di Grizzana Morandi, Monghidoro, Sasso Marconi, Camugnano e Savigno, con l'afrore del tartufo bianco pregiato dei Colli bolognesi. Un viaggio tra i sapori del territorio racchiuso nei programmi 'Tartueventi', 'Tartumenù' che coinvolgerà osterie e ristoranti aderenti al decalogo di qualità, 'Tartulibri' e 'Tartuvisite' alla scoperta dei boschi e dei borghi patria del tubero più ricercato. Il 17 novembre a Savigno si terrà la gara libera per cani da ricerca del tartufo valida per il campionato italiano. In Romagna l'appuntamento è con 'Fossa, tartufo e cerere', l'evento enogastromico che si terrà a Mondaino.
Fra le attrazioni per visitatori locali e turisti il mercatino del tartufo bianco pregiato delle colline riminesi e la festa della sfossatura del formaggio di fossa. Mostre, mercatini, musica e incontri dedicati ai prodotti agricoli faranno da cornice all'evento in agenda dal 17 al 24 novembre.
Nella stessa settimana, sempre nel riminese, Coriano dà il benvenuto alla Fiera d'autunno, dove si potranno trovare tutti i prodotti tipici della stagione e della zona, fra cui, oltre ai funghi e ai tartufi, anche le olive nostrane, vino, miele, formaggi e prodotti macrobiotici. Spostandosi in provincia di Ferrara, a Mesola tornano in scena 'I sapori d'autunno'. Nel menù, accanto agli immancabili funghi e tartufo, anche altri sapori caratteristici del sottobosco del Delta del Po come il radicchio, la zucca e le erbe. I prossimi appuntamenti sono per i weekend del 15-17 e 22-24 novembre.
In provincia di Forlì-Cesena, nel Comune di Cusercoli di Civitella di Romagna, si potrà degustare il tartufo bianco pregiato della Valle del Bidente. La sagra sarà arricchita da prodotti tipici e artigianato locale, visite guidate al castello di Cusercoli con la mostra di Suiseki e premi per i raccoglitori di tartufo. Nel reggiano, invece, le tappe da non perdere per gli amanti del tartufo sono a Cavola di Toano e Viano, Comune appeninico che appartiene al circuito nazionale delle 'Città del tartufo'. Infine, per gli amanti del tartufo nero, in provincia di Parma, c'è la 'Fiera nazionale del tartufo nero di fragno' di Calestano.