domenica, 28 Febbraio 2021

Alitalia/2, Bianchi: sì quote tesoro a partner forte

Nessuna ipotesi Aeroflot, piuttosto discutere dell’alleanza con Klm e Air France

Il Tesoro non può “mettere all’incanto e svendere piccole quote del 5-10%” di Alitalia, ma
“se ci fosse un’offerta seria di un investitore significativo, nazionale o internazionale, che intenda fare un investimento sulla compagnia, allora dovremmo prenderlo in seria considerazione”. Lo ha dichiarato il ministro dei Trasporti, Alessandro Bianchi, aggiungendo: “di un interesse della russa Aeroflot se ne è parlato, ma al di fuori dei giornali non ho visto questa ipotesi. In campo sicuramente c’è l’alleanza con KLM e Air France, ma bisogna discutere le condizioni di questa partecipazione. Non possiamo andare a consegnarci nelle loro mani”. Bianchi, a margine dell’assemblea di Federtrasporto, spiega di aver posto il caso di Alitalia “ai massimi livelli” nel governo. Per il ministro infatti, siamo di fronte “ad un problema che bisogna affrontare con una strategia governativa”. Per Bianchi è giunto il momento di prendere una decisione sul ruolo che la compagnia deve rivestire. Una strategia che preveda un ruolo di compagnia di riferimento è l’idea di Bianchi. “Credo – spiega – che debba rimanere una compagnia di bandiera, che abbia una quota significativa del trasporto nazionale, e che si possa collocare in maniere dignitosa nel panorama internazionale. Abbiamo perso molto tempo e quindi non sarà facile, forse non possibile, entrare nel gioco delle prime 3 o 4 compagnie mondiali”.

News Correlate