venerdì, 22 Ottobre 2021

Appello al Governo per la crisi del settore

A Genova il 20 e 21 settembre la Conferenza nazionale sul turismo promossa da Governo e Regioni

Esperti e operatori concordano tutti su un punto: se e’ vero
che dal ’93 ad oggi l’Italia ha via via perso posizioni – ”puo’
essere uno shock salutare”, osserva Jannotti Pecci, ma bisogna
subito scrivere ”parole chiare o il rischio e’ che si
determinino danni per tutta l’economia del Paese” – e’ anche
vero che dal governo devono arrivare le risposte che finora si
sono fatte attendere. ”Aspettiamo gli aiuti che dall’11
settembre 2001 il governo ci aveva promesso – osserva Tozzi – ma
non c’e’ stato alcun tipo di intervento”. Ancora piu’ critico
Giannetti: ”oltre a ricevere l’amico Blair nella fortezza
sarda, il governo dovrebbe occuparsi veramente e non solo a
parole del turismo”.
”La verita’ – secondo Jannotti Pecci – e’ che il sistema
messo in piedi, dopo il referendum del ’93 che ha abolito il
ministero del Turismo, non funziona: lo Stato e’ formalmente
inibito ad occuparsi del settore e le Regioni non sono in
condizioni di elaborare una politica turistica nazionale”. Per
questo gli operatori chiedono al piu’ presto che il governo vari
un provvedimento di riforma dell’Enit, l’Ente nazionale del
turismo italiano, perche’ diventi un’Agenzia italiana del
turismo in cui le Regioni svolgano un ruolo di primo piano. Per
il presidente di Federalberghi, Bernabo’ Bocca, serve ”un
rapido ed efficace intervento sulle campagne pubblicitarie
dell’immagine Italia nel mondo, per compensare con i nuovi
flussi esteri la contrazione della domanda interna”.
Federalberghi conferma infatti un drastico ridimensionamento
della capacita’ di spesa degli italiani per le vacanze estive e
il calo, pari a due giorni, della durata media delle vacanze
stesse. Giugno e’ stato un mese caratterizzato solo da brevi
periodi di soggiorno, per lo piu’ week end, mentre il mese di
luglio ha rappresentato una grande delusione con un vero e
proprio flop in numerose localita’ che si e’ ripercosso
negativamente sull’andamento del fatturato estivo.
Speranze di interventi e di risposte vengono riposte nella
conferenza nazionale sul turismo promossa da Governo e Regioni
che si svolgera’ il 20 e 21 settembre a Genova.

News Correlate