giovedì, 21 Gennaio 2021

Astoi, periodo di svolte epocali per il turismo organizzato europeo

Nel vecchio continente va sempre più forte Internet, ma l’Italia è attardata

Il turismo organizzato in Europa sta vivendo un periodo di svolte e cambiamenti epocali: questo il tema conduttore del convegno organizzato da Astoi a Cernobbio
dal titolo ‘Turismo organizzato europeo: scenari e strategie’. Dai lavori e’ emerso che cresce il trend delle prenotazioni per mezzo di Internet, nelle quali l’ Italia rimane pero’ ancora lontana dalle altre realta’ europee, attestandosi gia’ da qualche anno su un fatturato complessivo derivante dalle vendite on line pari al 2% del fatturato complessivo dell’industria delle vacanze organizzate. ”Nel regno Unito la crescita delle prenotazioni on line sfiora quasi il 20% – ha detto Andy Cooper, segretario generale Ifto e l’unico rischio della rete e’
rappresentato dall’attuale sovraffollamento di prodotti e dall’assenza di strumenti che possano agevolare e semplificare le scelte d’acquisto del cliente. Gunther Ilhau di Tui e Jurgen Bacmann di Ceto hanno evidenziato come gli anni a venire si caratterizzeranno per una complessiva razionalizzazione dell’offerta di prodotti turistici su Internet. ”Il consumatore vuole sempre piu’ essere autore delle sue scelte di viaggio e vacanza – ha sottolineato Jurgen Bachmann –
ed e’ attratto dalla possibilita’ di comporre autonomamente i singoli servizi turistici. Si tratta di tendenze che vanno verso la cosiddetta ‘spacchettizzazione’, ovvero l’allontanamento dal tradizionale pacchetto di viaggio e la sua composizione ad opera del cliente finale”. Il futuro imporra’ – nell’opinione condivisa da tutti i relatori – un’attenzione sempre piu’ orientata al cliente e un impegno alla creazione di servizi e prodotti con un buon rapporto qualita’ prezzo, con tutte le difficolta’ che cio’ comporta, soprattutto in area euro, alla quale si andranno a sovrapporre altre destinazioni gia’ ad oggi emergenti.

News Correlate