martedì, 26 Gennaio 2021

British Airways, passeggeri in calo dell’11,4%

Il fattore di carico ha toccato anche il 69,2%

Le preoccupazioni sulla guerra in Iraq e sulla polmonite atipica (Sars) hanno colpito il traffico passeggeri di British Airways. La linea aerea britannica ha infatti reso noto che il numero dei passeggeri che hanno utilizzato i suoi voli è sceso dell’11,4%, a marzo, rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Il ‘fattore di carico’, cioè la proporzione di posti disponibili occupati, è sceso del 6,6%, toccando il 69,2%. British Airways ha anche avvertito che la guerra e il virus Sars, insieme alla debole economia globale, rendono incerta la
prospettiva sulle sue entrate. La paura di contagio della polmonite atipica ha già colpito le prenotazioni per le rotte asiatiche – ha aggiunto BA – che
sono scese di un quarto rispetto al corrispettivo periodo dell’anno scorso. Anche le prenotazioni per i collegamenti verso il Medio Oriente e l’Africa hanno subito un marcato calo, pari al 15,1%, mentre per i voli europei la diminuzione è stata del 3,4%. In ribasso del 6,9%, invece, le prenotazioni per le rotte
americane. In forte discesa, inoltre, il numero dei passeggeri che lo scorso mese hanno scelto di volare in prima classe e in ‘business class’ (-23,8%).

News Correlate