lunedì, 6 Dicembre 2021

Ferrovie, siglata intesa per la manutenzione

L’accordo per la sicurezza porterà 1.000 posti di lavoro

Comporterà un aumento dei livelli di sicurezza e mille posti di lavoro in più l’accordo nazionale firmato oggi da Rfi (gruppo Fs) e organizzazioni sindacali
(Cgil, Cisl, Uilt, Sma-Fast e Ugl Ferrovie), relativo al settore della manutenzione dell’infrastruttura ferroviaria. E’ quanto si legge in una nota di Rete ferroviaria italiana, società dell’infrastruttura del gruppo Fs, nella quale si dà notizia dell’intesa raggiunta. Tra i punti salienti dell’accordo, ”l’ incremento dei livelli di sicurezza e degli standard di qualità nei processi di manutenzione, allineamento dell’organizzazione del lavoro alle innovazioni tecnologiche in corso sulla rete nazionale; ottimizzazione delle opportunità di pianificazione e di gestione delle risorse offerte dai sistemi formativi e di diagnostica oltre a 1.000 nuove assunzioni per consentire il
turn-over con le nuove figure professionali richieste dall’innovazione tecnologica e l’avvio della formazione del personale destinato alla manutenzione delle nuove linee AV/AC”. Con l’accordo, si rileva nella nota, ”è stato raggiunto un risultato significativo che permetterà da un lato di garantire
processi di manutenzione dell’infrastruttura più rispondenti alle esigenze di sicurezza e di sviluppo del trasporto su ferro, dall’altro consolida le già costruttive relazioni industriali tra Rfi e le organizzazioni sindacali”.

News Correlate