sabato, 27 Febbraio 2021

Usa-Vietnam, primo volo commerciale dopo 30 anni

Storico collegamento della United Airlines fra San Francisco e Ho Chi Minh

E’ decollato venerdì scorso il primo volo commerciale tra Stati Uniti e Vietnam dal 1975, nuova tappa nel processo di avvicinamento tra i due ex nemici, ora legati da solidi interessi economici comuni. Il jumbo della United Airlines volo Ua869, proveniente da San Francisco via Hong Kong, è atterrato all’aeroporto internazionale Tan Son Nhat della ex Saigon intorno alle 22:25 ora locale (le
16:25 in Italia). L’ultimo volo di un vettore americano, nel 1975, fu uno della
Pan Am, che lasciò una Saigon ridotta a ferro e fuoco, in procinto di cadere di fronte all’avanzata delle forze comuniste del Vietnam del nord. Oggi Ho Chi Minh è il cuore economico del Paese e il tempio del capitalismo alla vietnamita.
Washington e Hanoi hanno ristabilito le relazioni diplomatiche nel 1995 e in questi 30 anni, pur tra resistenze e ostacoli, hanno portato a termine un processo di normalizzazione che ha cancellato le tracce di una guerra in cui sono morti oltre 3 milioni di vietnamiti e circa 60.000 americani. Negli Stati Uniti vivono circa 1,3 milioni di Viet Kieu (vietnamiti d’oltremare), molti dei quali hanno lasciato il Paese dopo la vittoria dei comunisti e l’unificazione tra nord e sud. Hanoi cerca ora di indurli a ritornare e investire. La Iata (Associazione internazionale del trasporto aereo) prevede per i prossimi dieci anni un tasso di crescita annuo del 10,5% per il trasporto aereo in Vietnam, un Paese che registra una crescita media del Pil del 7%, appena inferiore a quella
della Cina, e ambisce a entrare nell’Organizzazione mondiale del Commercio (Wto) nel 2005.

News Correlate