venerdì, 27 Gennaio 2023

Il Museo archeologico di Bologna lancia percorso di ‘piena accessibilità’

Il Museo Civico Archeologico di Bologna è a tutti gli effetti il primo ‘museo speciale’ dell’Emilia-Romagna. Il 3 dicembre, infatti, in occasione della Giornata Internazionale dei diritti delle persone con disabilità è stato presentato un nuovo percorso di accessibilità nell’ambito del progetto ‘Musei Speciali per Tutti’, sostenuto dall’ex Istituto Beni Artistici Culturali Naturali dell’Emilia-Romagna, per promuovere l’inclusione delle persone con disabilità e garantire a tutti una visita al museo che punti al pieno godimento del patrimonio artistico e culturale.
Sono nove in regione i musei che hanno partecipato al progetto, ma al momento solo il Museo Civico Archeologico di Bologna ha concluso pienamente il percorso per poter essere definito speciale. Al suo interno, ora si trovano sei postazioni sulle quali sono state disposte le repliche in plastica biodegradabile, realizzate con stampa 3D, di 39 reperti archeologici rinvenuti nel Bolognese che permettono di entrare in dialogo diretto con alcuni veri capolavori del museo: “Un percorso dedicato alla storia di Bologna nell’antichità, dalla preistoria fino all’età romana, semplificato, fruibile in autonomia, accessibile a tutti – spiega Laura Bentini, referente del progetto – è sensoriale e tattile”.
Il visitatore è anche accompagnato da una app ‘AmaCittà’ che lo guida lungo la narrazione storica. Alla base del progetto, c’è la collaborazione con il liceo artistico Arcangeli, il liceo Laura Bassi di Bologna e l’Istituto di Istruzione Superiore Giordano Bruno di Budrio. Quattro studenti con disabilità sono stati protagonisti e interlocutori del Museo nella costruzione del percorso di accessibilità. “Il miglioramento della fruizione dei beni culturali dei nostri musei per le persone disabili ha un valore per tutti – commenta Silvia Ferrari – referente Settore Patrimonio culturale dell’Emilia-Romagna – incarna un tema di democrazia culturale”. E su questo la Regione vuole continuare a impegnarsi: è stata realizzata una mappatura di 200 musei rispetto al tema dell’accessibilità e i risultati serviranno per impostare politiche future.

News Correlate