Confindustria: “Estate in chiaroscuro per il Piceno”

Per il 65% degli operatori agiugno si è avuto un calo delle presenze

Secondo i dati sulle presenze turistiche nella provincia di Ascoli raccolti da Confindustria-Turismo, per il 65% degli operatori nel mese di giugno si è avuto un calo delle presenze turistiche. Male anche luglio e agosto. Buoni i dati di settembre. Confindustria-Turismo ha promosso un sondaggio che ha raccolto indicazioni da 49 strutture alberghiere ed extra-alberghiere, appartenenti sia alla zona della Riviera che all’entroterra Piceno. Il sondaggio evidenzia un calo di presenze rispetto al passato. La diminuzione è palese soprattutto nel mese di giugno. In aumento le presenze di settembre, soprattutto nelle strutture dell’entroterra. Al di là degli aspetti numerici tutti gli operatori che hanno partecipato al sondaggio evidenziano la minore propensione del turista a spendere somme non preventivate. Inoltre è evidente la diminuzione dei giorni di permanenza. Si preferiscono sempre più soggiorni di breve durata. Sono sempre più rare le vecchie 2 settimane di vacanze e si fanno strada i moderni week-end mordi e fuggi.

News Correlate