venerdì, 26 Febbraio 2021

Cipe: ok alle nuove tariffe per servizi aeroportuali

Enac: Con questa regolarizzazione al via sviluppo trasparente del settore

Via libera da parte del Cipe alle nuove tariffe per i servizi aeroportuali. Il Cipe, che si è riunito sotto la presidenza del premier, Romano Prodi, e in presenza del segretario del Comitato, il sottosegretario Fabio Gobbo, ha approvato uno schema di direttiva che regola le tariffe dei servizi aeroportuali offerti in regime di esclusiva. “Compiacimento” per l’approvazione della delibera Cipe è stato espresso dal presidente dell’Enac, Vito Riggio, che ha annunciato che le nuove tariffe “più adeguate” dovranno essere riproposte anche per i contratti di programma già istruiti secondo le vecchie regole, compresi quelli, quindi, degli scali di Roma e Milano. Riggio, inoltre ha confermato il proprio impegno ad “elaborare nel più breve tempo possibile le linee guida attuative della delibera stessa”. L’Enac annuncia quindi che “verranno in seguito riproposti al Cipe anche i contratti di programma già istruiti secondo le precedenti linee guida che sono quelli relativi agli aeroporti di Venezia, Roma (Fiumicino e Ciampino), Milano (Malpensa e Linate), Bergamo, Pisa, Verona e Brescia” e ricorda che sono in fase di completamento le istruttorie relative ai contratti per gli aeroporti di Genova, Puglia (Bari, Brindisi, Foggia e Taranto) e Napoli. Con questa delibera, conclude l’Enac, “il sistema del trasporto aereo trova una regolarizzazione degli aspetti tariffari che contribuirà a garantire uno sviluppo trasparente e competitivo del settore, tutelando nel contempo, anche l’utente nell’applicazione delle tariffe più adeguate”.

News Correlate