venerdì, 3 Dicembre 2021

Concessioni più veloci per i piccoli aeroporti

Emanata la nuova direttiva che facilita l’iter per le concessioni

Nuova direttiva del ministero dei Trasporti di concerto con quello dell’Economia per la concessione degli aeroporti che attualmente hanno meno di 250 mila passeggeri all’anno. Il provvedimento permetterà ai piccoli aeroporti  di svolgere un iter semplice e veloce per l’affidamento in concessione coinvolgendo in questo modo anche gli investitori privati interessati al loro sviluppo. Viva soddisfazione è stata espressa dal sottosegretario ai trasporti, Andrea Annunziata, perché – si legge in una nota – la direttiva risolve un problema molto sentito dalle gestioni aeroportuali e da tante Province e Comuni italiani che nella quasi totalità dei casi sono i gestori di questi piccoli aeroporti. Piccoli aeroporti – prosegue la nota – ma che in molti casi hanno un potenziale di sviluppo importante, frenato dal precedente regime di concessioni sostenibile di fatto solo dalle grandi realtà aeroportuali. Con il superamento della concessione a titolo precario, conclude il comunicato, ci sarà un maggiore coinvolgimento degli investitori privati interessati allo sviluppo di molti piccoli aeroporti che in breve tempo avranno molto più di 250.000 passeggeri all’anno. Con questa direttiva, inoltre, il ministero dei Trasporti consegue un importante obiettivo di risparmio per la finanza pubblica: l’apertura agli investitori privati riduce infatti gli interventi che lo Stato, proprietario della maggior parte degli aeroporti italiani, deve sostenere per il loro mantenimento, senza avere le risorse necessarie per coglierne le potenzialità di sviluppo.
 

News Correlate