giovedì, 22 Aprile 2021

Ue: sì a norme comuni per 69 aeroporti europei

Tra questi rientrano anche otto scali italiani

Entro due anni i 69 aeroporti dell’Ue, di cui 8 italiani, con un traffico superiore a cinque milioni di passeggeri, dovranno adottare norme comuni sulle tasse aeroportuali. Lo ha stabilito il Parlamento europeo, adottando una direttiva che permetterà ora l’adozione definitiva del provvedimento. Le tasse aeroportuali, secondo la norma varata dagli eurodeputati, non dovranno discriminare gli utenti, i quali avranno il diritto di essere consultati e informati sulle modalità di fissazione e sugli importi delle tariffe. Secondo una classifica elaborata da Airports Council International-Europe, rientrerebbero in questa definizione 69 aeroporti europei, tra i quali figurano Roma-Fiumicino (circa 33 milioni di passeggeri), Milano-Malpensa (circa 24 milioni), Milano-Linate (poco meno di 10 milioni di passeggeri), Venezia (7 milioni di passeggeri), Catania (poco più di 6 milioni), Napoli (5,8 milioni), Bergamo (5,7 milioni) e Roma-Ciampino (5,3 milioni).

News Correlate