domenica, 16 Maggio 2021

Uftaa: il Mediterraneo diventa unica destinazione

Bevacqua: Pacchetto nei siti religiosi. Cassarà: Una Carta dello sviluppo

Un Trattato che lancia il Mediterraneo come unica destinazione turistica e una ‘Carta dello sviluppo del turismo nel Mediterraneo’ che sarà discussa a Palermo in uno dei prossimi incontri della Fiavet. Ecco i risultati messi a segno dall’Uftaa (United Federations of Travel Associations) durante il seminario “Mediterraneo non solo brand”, organizzato in collaborazione con Fiavet nell’ambito di Globe. “Il primo risultato – spiega Mario Bevacqua, chairman del progetto Mediterraneo dell’Uftaa – è quello di mettere al centro del sistema turistico l’agente di viaggi con la “A” maiuscola. Il Mediterraneo non è solo un prodotto turistico ma, attraverso lo stesso, si aprono scenari molto più importanti per il prodotto a 360°. Innanzitutto pensiamo di immettere sul mercato – conclude Bevacqua – un ‘pacchetto 3×3’: 3 giorni a Roma, 3 giorni a Gerusalemme e 3 giorni al Cairo alla scoperta dei siti più importanti delle tre religioni monoteistiche del mondo”. Per Giuseppe Cassarà, presidente della Fiavet, è necessario creare pacchetti “di bacino” con tappe nelle più importanti capitali del Mediterraneo dedicati ai visitatori che per la prima volta si affacciano su questo mare e in poco tempo vogliono averne un quadro generale; pacchetti incentrati su aree più limitate per periodi di soggiorno e vacanze di approfondimento; infine prodotti motivazionali che fanno della mobilità all’interno del bacino mediterraneo la ragione della propria ricchezza, varietà ed appetibilità sul mercato: dalla crocieristica alla nautica da diporto, dal golf al diving. “Tuttavia – ha continuato Cassarà – credo sia necessario approfondire un progetto che coinvolga tutti i Paesi che si affacciano nell’area, con l’insostituibile assistenza dell’Uftaa ma anche con l’adozione di una “Carta dello sviluppo del turismo nel Mediterraneo” che mi auguro – ha concluso il presidente Fiavet – scriveremo insieme e per la quale la Fiavet si farà promotrice in un prossimo incontro che potrebbe svolgersi a Palermo”.

News Correlate