martedì, 30 Novembre 2021

UnionTurismo: niente vacanze per 51% degli italiani

Proposta posticipazione dell’apertura delle scuole al 1° ottobre

Niente vacanze quest’estate per il 51% degli italiani. E’ il dato su cui Gian Franco Fisanotti, presidente di UnionTurismo chiede di riflette. “Questo significa – ha dichiarato – che rispetto alla passata stagione turistica quasi un milione di italiani in più hanno contribuito alle perdite di presenze”. Così per tentare di porre un freno alle “perdite che registra l’industria turistica”, l’Ufficio di presidenza dell’associazione ha convocato il Consiglio Nazionale dal 27 al 30 settembre ad Arzachena (Olbia), per formulare alcune proposte da sottoporre poi al Governo. Tra le prime idee, posticipare l’apertura delle scuole in tutte le regioni al primo ottobre. "Il Consiglio nazionale – ha anticipato il presidente Gianfranco Fisanotti – dedicherà poi particolare attenzione ai problemi della sicurezza nelle strutture e nelle infrastrutture alberghiere in relazione alla valutazione dei rischi di incendi, di rumore, dei piani di evacuazione". "Il nostro obiettivo – ha concluso il presidente di UnionTurismo – è migliorare l’offerta turistica nazionale ancorandola ad una piena affidabilità igenico-alimentare ed ambientale per renderla competitiva".
 

News Correlate