domenica, 7 Marzo 2021

Air France vuole rafforzare cooperazione con Alitalia

Male i conti del primo semestre per il gruppo franco-olandese

Air France-Klm vuole rafforzare la sua cooperazione con Alitalia: lo ha assicurato il dg Pierre-Henri Gourgeon presentando a Parigi i dati semestrali della compagnia francese. Gourgeon ha avuto parole di elogio per l’equipe e i vertici di Alitalia: "siamo fiduciosi che i clienti vedranno presto miglioramenti", ha detto. "Quello che ci ispira la situazione di Alitalia – ha poi aggiunto – è soddisfazione e anche ammirazione, perché è riuscita a ottenere un risultato positivo, anche se un po’ meno brillante dei progetti molto ambiziosi dell’anno scorso. Noi – ha osservato – non possiamo dire lo stesso".
Af-Klm ha infatti chiuso i sei mesi con una perdita netta di 573 milioni, per un fatturato sceso del 19,9% a 10,77 miliardi. Il traffico passeggeri nel secondo trimestre ha registrato un calo del 3,3% a 56.141 unità. Nel semestre, la flessione è stata del 4,5% a 106.608 unità. Grazie alla riduzione della capacità, il load factor è aumentato di 0,9 punti nel secondo trimestre a 84% e dello 0,1% nel semestre a 81,7%. Sui conti del primo semestre l’impatto negativo della copertura petrolio è stato di 430 milioni di euro. Il risultato di gestione del vettore franco-olandese ha così accusato una perdita di 543 milioni contro un utile di 592 milioni l’anno prima. Per far fronte alla situazione, il gruppo intende continuare a "stabilizzare la propria attività e ridurre l’organico": come già previsto, Air France ha in programma la soppressione di 1.700 posti su base volontaria. I conti tuttavia andranno meglio nel secondo trimestre, con un risultato di gestione "vicino" all’equilibrio grazie anche a una riduzione di costi a compensare il calo del fatturato.
Intanto Alitalia prevede un novembre e un autunno difficili: lo avrebbe indicato l’amministratore delegato Rocco Sabelli in un incontro con i sindacati. L’ad non avrebbe invece fatto previsioni sulla chiusura d’anno per la compagnia. Azienda e sindacati di categoria, che si rivedranno il prossimo 3 dicembre, hanno stabilito di mettere a punto un protocollo d’intesa sulle relazioni sindacali, al quale cominciare a lavorare fin dal prossimo confronto.

News Correlate