venerdì, 3 Dicembre 2021

Alitalia, cda slitta al 30 agosto: Prato già al lavoro

Lega presenta esposto in Procura e chiede sospensione del titolo

Agosto di lavoro per Maurizio Prato, con un mandato preciso: vendere Alitalia. Con l’insediamento del nuovo presidente slitta al 30 del mese il prossimo cda in cui saranno esaminate le prime linee guida del piano. Prato, che ha avuto dal cda anche le deleghe esecutive che non aveva Berardino Libonati, lavorerà anche su questo fronte. Ma la priorità che gli è stata affidata è un’altra: gestire una trattativa diretta per far entrare un nuovo socio. I rumors insistono su Air France ma non escludono un interesse anche di Lufthansa. E, a condizioni di gara più leggere, si attende anche il ritorno di Air One. Intanto, appena insediato Prato, ha chiesto un incontro con le sigle sindacali, fissato per oggi pomeriggio. “Un segnale positivo e apprezzato”, rileva la Fit Cisl. La nomina di Prato “è una buona notizia” per la Filt Cgil, ed è una “soluzione ottimale” per i piloti dell’Anpac, anche per il suo ruolo in Fintecna (azionista di Az Servizi, la società per i servizi di terra di Alitalia). Intanto, la Lega ha in cantiere quattro iniziative per fare luce sulla vicenda Alitalia: “Presenteremo un esposto alla procure di Milano e Roma per verificare se c’é stato insider trading – afferma Roberto Maroni, presidente del gruppo alla Camera – chiediamo alla Consob di sospendere il titolo, proporremo un’indagine conoscitiva urgente alla commissione Trasporti della Camera e un disegno di legge per l’istituzione una commissione Parlamentare di inchiesta per chiarire quanto accaduto almeno a partire almeno da gennaio ’07”.

News Correlate