giovedì, 22 Aprile 2021

Alitalia, Prodi promette: “Presto il bando”

Il Sult conferma lo sciopero del 15 dicembre in assenza di segnali

“Faremo presto”, garantisce il presidente del Consiglio Romano Prodi parlando per la prima volta della decisione di cedere ad un nuovo azionista privato una quota di controllo di Alitalia. “C’é una linea di azione ben precisa: l’azionista, che è il Tesoro (ha il 49,9%), in stretto rapporto con Palazzo Chigi definirà nelle prossime ore i contenuti del bando”. Per Romano Prodi “la prima responsabilità per quanto riguarda Alitalia è dell’azionista e io avrò un ruolo particolare di sorveglianza e partecipazione”. Il governo non vede ostacoli antitrust nel caso di una integrazione tra compagnie italiane, ipotizzata come primo passo per poi guardare con più forza ad una alleanza internazionale. E indirettamente risponde così ai dubbi espressi dal presidente dell’Autorità Antitrust, Antonio Catricalà. “Non vedo perché chiedere deroghe – dice Prodi – non vedo problemi imminenti con l’Antitrust dal momento che la quota nazionale di Alitalia è poco più della metà di quella che altre compagnie hanno nei rispettivi Paesi”. Poi, rispondendo ad una domanda sull’ipotesi di una intesa con AirOne, aggiunge: “Anche se l’Alitalia si unisse con un altro vettore che abbia una quota di mercato italiano, il problema antitrust non sarebbe la mia prima preoccupazione”. Sul fronte sindacale, intanto, il Sult conferma lo sciopero del prossimo 15 dicembre: “In mancanza di segnali positivi – indica il sindacato autonomo – rispetto al quadro di riferimento generale ed a quello legato alla vita quotidiana dei lavoratori, lo sciopero non potrà essere ritirato”.

News Correlate