giovedì, 4 Marzo 2021

Alitalia, Sdl: disagi anche questa settimana

Ma Berlusconi è soddisfatto: lungimirante mantenere Alitalia italiana

Dopo i disagi di sabato con file per i bagagli e voli cancellati a causa di uno sciopero di 4 ore dei lavoratori della Flightcare Italia, da questa settimana potrebbero iniziare nuovi giorni di passione per i passeggeri. Il sindacato Sdl ha già annunciato altre assemblee del personale a partire da domani e Walter Mancini, rappresentante della sigla autonoma, non esclude “altre iniziative di lotta che culmineranno il 9 dicembre con lo sciopero di 8 ore per il contratto di lavoro e la difesa dei livelli occupazionali”. "Quello in atto è solo l’inizio di un braccio di ferro tra l’azienda e il sindacato che, se non interviene l’Enac e non si trova presto un accordo, potrebbe portare a un inasprimento della situazione con un irrigidimento, da parte nostra, per quel che riguarda il rispetto delle norme che avrà, come conseguenza, pesanti ricadute sul servizio" è la posizione di Sdl. Per Alitalia intanto si profilano possibili accordi con compagnie aeree russe: lo ha annunciato il premier Silvio Berlusconi affermando di stare lavorando in tal senso. Da Olbia, nel corso del convegno organizzato dall’Enac, Berlusconi ha definito "lungimirante" la decisione "di mantenere Alitalia italiana". "Venerdì sera ho cenato con i vertici dell’azienda e insieme agli imprenditori del Made in Italy si è deciso di vendere i prodotti italiani in tutte le sale di attesa di Alitalia" ha detto il presidente del consiglio. Quindi ha ribadito l’obiettivo di incrementare attraverso il turismo il prodotto interno lordo: "Oggi è al 10%, speriamo di portarlo nel giro di tre anni al 20%. Non so se ci riusciremo ma la vita è come la scuola: se vuoi prendere otto devi puntare ad avere dieci".

News Correlate