lunedì, 10 Maggio 2021

Alitalia, sindacati chiedono incontro a Libonati

Bianchi: offerte dai 5 gruppi entro i primi di aprile. Lufthansa si lascia fuori

Con una lettera al nuovo presidente dell’Alitalia, Berardino Libonati, Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl e Unione Piloti chiedono un primo confronto “sulla attuale delicata fase attraversata dall’azienda”. Oggi si riunisce il cda che potrebbe comunicare i dettagli delle competenze dei due coordinatori nominati nella precedente riunione: Giancarlo Schisano per la gestione operativa e Gabriele Spazzadeschi per quella economico finanziaria. Scelte contestate dalla maggior parte dei sindacati, che continuano a chiedere un esperto di trasporto aereo, per ridurre le perdite quotidiane che andrebbero oltre quel milione di euro indicato da Cimoli. Intanto il ministro dei Trasporti, Alessandro Bianchi ha annunciato che entro la prima decade di aprile dovrebbero arrivare le offerte di cinque gruppi rimasti ancora in gara. Gara dalla quale continua a voler rimaner fuori Lufthansa. “Non c’è nessuna offerta diretta o indiretta” ha detto l’amministratore delegato della compagnia tedesca, Wolfgang Mayrhuber, negando così un’alleanza segreta con Unicredit Banca Mobiliare, uno dei cinque candidati in gara per la privatizzazione. “Non saremmo stati in grado di risanare velocemente una situazione compromessa”, ha spiegato Mayrhuber aggiungendo di avere in Italia “già successo con Air Dolomiti ed Air One”. Senza fare alcune accenno al fatto che il suo patron Carlo Toto è in gara per Alitalia con Ap Holding in cordata con Intesa-SanPaolo.

News Correlate