sabato, 4 Dicembre 2021

British Airways, maxi-multa per tariffe ticket

Il vettore ha ammesso accordi con Virgin su definizione fuel surcharge

Per condotta anti-concorrenziale per le tariffe dei biglietti aerei, British Airways dovrà sborsare quasi 400 milioni di euro in totale. La compagnia inglese è stata multata sia dall’Antitrust inglese che dal Dipartimento di giustizia degli Usa per lo stesso motivo: comportamento lesivo della concorrenza nella determinazione dei prezzi dei biglietti aerei. Era stata la stessa BA lo scorso maggio ad ammettere accordi con il vettore concorrente Virgin Atlantic, sulla definizione del fuel surcharge, il sovrapprezzo derivante dall’aumento del costo del carburante. Nessuna punizione invece per la Virgin, che si è guadagnata la “totale impunità”, per aver fornito tutti i dettagli dell’accordo. La British si aspettava tuttavia l’arrivo della sanzione, tanto da aver accantonato già in maggio, quando le indagini dell’autorità americana e britannica erano in corso, la somma di 350 milioni di sterline, quasi 519 milioni di euro, per far fronte all’esborso. A difesa di BA è sceso in campo l’amministratore delegato Willlie Walsh, sottolineando che i passeggeri della compagnia non hanno dovuto pagare più del dovuto, ma ha ammesso che il comportamento di alcuni dipendenti dell’azienda è stato sbagliato.

News Correlate