sabato, 16 Gennaio 2021

Nonostante crisi, British lancia volo lusso Londra-NY

Dedicato ai manager, offre 32 posti convertibili in letti e alta tecnologia

Nonostante la recessione sia ancora in corso, e British Airways ne stia pagando le conseguenze, la compagnia britannica ha deciso ugualmente di lanciare un nuovo volo di lusso sulla tratta Londra-New York, comprensivo di servizi ad alto comfort e tecnologia e dedicato ai businessman della City londinese. Il volo, partito ieri per la prima volta, è operato con un A318 modificato per ospitare solo 32 posti, tutti convertibili in letti. Il biglietto di andata e ritorno costa da 1.901 sterline in su e i passeggeri possono navigare su internet e usare i cellulari durante la traversata. Servizi su misura per i manager, sostiene British Airways, pensati per fare in modo che possano continuare a lavorare con cellulari e computer durante la traversata transatlantica e che può costituire il fattore di successo del volo considerato che i viaggi transatlantici di lusso delle compagnie Eos e Maxjet sono stati soppressi dopo pochi mesi così come i voli di Silverjet, da Londra verso gli Usa e Dubai.
Inoltre, il collegamento della British, che prevede due voli al giorno, ha un piccolo difetto: l’aereo, che parte dall’aeroporto di London City, è costretto a fare una sosta nello scalo di Shannon, in Irlanda, per fare il pieno, perché la pista londinese è troppo corta per consentire il decollo di un A318 a pieno carico di carburante. British Airways sta comunque cercando di ottenere i permessi necessari, affinché durante la pausa forzata i passeggeri possano sbrigare le pratiche per l’ingresso negli Stati Uniti, così da risparmiare tempo all’arrivo a New York. 
Nonostante crisi, British lancia volo lusso Londra-NY
Nonostante la recessione sia ancora in corso, e British Airways ne stia pagando le conseguenze, la compagnia britannica ha deciso ugualmente di lanciare un nuovo volo di lusso sulla tratta Londra-New York, comprensivo di servizi ad alto comfort e tecnologia e dedicato ai businessman della City londinese. Il volo, partito ieri per la prima volta, è operato con un A318 modificato per ospitare solo 32 posti, tutti convertibili in letti. Il biglietto di andata e ritorno costa da 1.901 sterline in su e i passeggeri possono navigare su internet e usare i cellulari durante la traversata. Servizi su misura per i manager, sostiene British Airways, pensati per fare in modo che possano continuare a lavorare con cellulari e computer durante la traversata transatlantica e che può costituire il fattore di successo del volo considerato che i viaggi transatlantici di lusso delle compagnie Eos e Maxjet sono stati soppressi dopo pochi mesi così come i voli di Silverjet, da Londra verso gli Usa e Dubai.
Inoltre, il collegamento della British, che prevede due voli al giorno, ha un piccolo difetto: l’aereo, che parte dall’aeroporto di London City, è costretto a fare una sosta nello scalo di Shannon, in Irlanda, per fare il pieno, perché la pista londinese è troppo corta per consentire il decollo di un A318 a pieno carico di carburante. British Airways sta comunque cercando di ottenere i permessi necessari, affinché durante la pausa forzata i passeggeri possano sbrigare le pratiche per l’ingresso negli Stati Uniti, così da risparmiare tempo all’arrivo a New York.

News Correlate