lunedì, 19 Aprile 2021

Aeroporti, a rischio i servizi di pronto soccorso

Miceli: “Continua la precarietà del servizio sanitario”

Servizi di pronto soccorso a rischio negli aeroporti italiani. Il 31 dicembre scadrà infatti, nei 28 aeroporti in cui il servizio di pronto soccorso è gestito dalla Croce Rossa Italiana, la convenzione con il Ministero della salute. Lo rende noto il segretario nazionale del Sindacato medici civili aeroportuali (Simeca), Domenico Miceli. “Continua la precarietà del servizio sanitario – afferma Miceli – negli aeroporti gestiti dalla Croce Rossa. Non sono stati rispettati gli standard di sicurezza sanitaria e la struttura di pronto soccorso aeroportuale è precaria. Il Ministro dei Trasporti deve intervenire prima che si verifichi un altro danno irrimediabile o che ci siano conseguenze per i passeggeri”.

News Correlate