lunedì, 19 Aprile 2021

Alitalia, Matteoli: non convocherò più i sindacati

Respinta la richiesta arrivata al termine dell’assemblea di Fiumicino

"Il negoziato è terminato, non ci sarà alcuna nuova convocazione". Così il ministro delle infrastrutture e Trasporti, Altero Matteoli, ha risposto alla richiesta delle cinque sigle sindacali del ‘fronte del no’ che hanno chiesto di incontrare di nuovo il governo e Cai sulla vertenza Alitalia. La richiesta è stata avanzata al termine dell’assemblea ‘rovente’ di ieri pomeriggio a Fiumicino a cui hanno partecipato oltre un migliaio di lavoratori di Alitalia e Air One. Il fronte ha rischiato di rompersi dopo le contestazioni con fischi e urla contro il presidente dell’Anpav, Massimo Muccioli. Poi l’assemblea è andata avanti ed è stata approvata la mozione che prevede che siano messe in campo tutte le azioni utili per "il ripristino di corrette relazioni industriali e sindacali con chi rappresenta realmente i voleri dei lavoratori di Alitalia appartenenti alle tre categorie: terra, assistenti di volo e piloti". Inoltre, è stato dato mandato alle organizzazioni sindacali e alle associazioni professionali "di trattare con Cai e il governo per l’ottenimento della massima tutela occupazionale, anche mediante il ricorso ad un esteso part-time". Viene infine "rifiutata ogni forma di stesura dei contratti collettivi di lavoro unilaterale e non condivisa", e, allo stesso tempo, si indica la necessità di "indire frequenti assemblee per aggiornare i lavoratori sulla situazione e per prendere le decisioni conseguenti".
Intanto il commissario straordinario di Alitalia, Augusto Fantozzi, ha intanto avviato l’esame dell’offerta di Cai per l’acquisizione della parte buona della compagnia. Offerta vincolante e irrevocabile fino al 30 novembre che prevede, tra l’altro, l’assunzione degli obblighi derivanti dal Programma Millemiglia e Alicorporate. La risposta potrebbe arrivare in settimana: il corrispettivo dovuto e le modalità e i termini di pagamento saranno comunicati dopo che il perito indipendente nominato dal Ministero dello Sviluppo economico (Banca Leonardo) avrà trasmesso la perizia.

News Correlate