mercoledì, 21 Aprile 2021

In India la tomba di Gesù: parola di low cost

Ma è subito polemica con un’associazione di cattolici

E’ polemica in India tra una compagnia aerea e una associazione di cattolici su una fantomatica tomba di Gesù Cristo in Kashmir di cui parlano alcune leggende apocrife. Il Catholic Secular Forum dell’India, una organizzazione che riunisce diverse associazioni cattoliche indiane, ha inviato una formale protesta alla Spicejet, compagnia aerea low cost indiana, rea di aver indicato sul suo mensile di bordo, tra le indicazioni turistiche relative a Srinagar, la capitale del Kashmir, la tomba di Gesù. Nella capitale del Kashmir c’é una tomba chiamata di Rozabal, dove sarebbe conservato il corpo di Yuz Asaf, uno dei nomi con i quali, secondo una tradizione indiana, è conosciuto Gesù Cristo. Secondo la leggenda, Gesù sarebbe sopravvissuto alla sua crocifissione e, come fatto in gioventù, sarebbe venuto in India, dove si sarebbe sposato. Avrebbe vissuto in Kashmir fino all’età di 120 anni e poi sarebbe stato sepolto a Srinagar. Secondo il portavoce e segretario generale del forum cattolico, Joseph Dias, "è scioccante che una compagnia aerea cada così in basso per vendere i suoi biglietti. Non ci sono prove che Gesù abbia lasciato Israele e la tomba vicino al Calvario è visitata da milioni di turisti e pellegrini, a differenza di questo luogo sconosciuto di Srinagar".

News Correlate