domenica, 17 Gennaio 2021

Ryanair: tagliare tasse aeroportuali per attrarre turisti

Così Cawley in audizione alla Commissione Trasporti alla Camera

L’Italia faccia come le isole Canarie, che hanno "eliminato le tariffe aeroportuali per attrarre più turisti". Il consiglio arriva dal vice amministratore delegato di Ryanair, Michael Cawley, durante un’audizione in Commissione Trasporti alla Camera in cui ha puntato il dito contro le tariffe troppe alte del sistema aeroportuale italiano. Per Cawley sarebbe necessario tagliare le tasse comunali e le tariffe governative sugli aeroporti, che attualmente "arrivano a quota 4,5 euro a passeggero". Solo così, il numero di turisti in arrivo in Italia aumenterebbe di 5 milioni, e la sola compagnia low cost irlandese "riuscirebbe a portare a 35 milioni (dai circa 18 milioni stimati per il 2009) il numero di passeggeri che transitano negli aeroporti italiani, con una ricaduta positiva di circa 35 mila posti di lavoro nel turismo nel vostro Paese", ha specificato il numero due della low cost. E invece, proprio qualche giorno il ministro dei trasporti, Altero Matteoli, aveva annunciato una misura-ponte contenente l’adeguamento delle tariffe aeroportuali, di circa 1-3 euro.
Quindi Cawley ha sottolineato che l’Italia "ha già un considerevole numero di aeroporti, per cui non credo che ci sia bisogno di nuovi: bisogna sviluppare quelli che ci sono, non con interventi enormi ma con piccoli investimenti per rendere più efficienti le infrastrutture".

News Correlate