sabato, 23 Ottobre 2021

Global Blue e Federturismo lanciano Osservatorio per monitorare il Tax Free shopping

Nasce l’Osservatorio sul Turismo di Global Blue e Federturismo Confindustria. Il nuovo progetto è stato presentato stamattina a Roma durante il convegno “Le nuove sfide del turismo italiano” organizzato dall’Osservatorio Parlamentare per il Turismo.

L’Osservatorio di Global Blue e Federturismo punta, periodicamente, a mettere in luce i dati dei flussi turistici internazionali sia nelle più conosciute destinazioni di viaggio sia in quelle meno note, ma con elevati potenziali di crescita.

“Il progetto – ha spiegato Stefano Rizzi, Country Manager di Global Blue Italia – attraverso un’analisi periodica dei nostri dati mostrerà la ripartizione dei flussi turistici nel Paese, che resta una delle mete di viaggio predilette dai viaggiatori Extra-Ue. Nei primi sei mesi di quest’anno, infatti, il Tax Free Shopping è stato positivo sia in Europa, sia in Italia dove ha registrato un incremento a doppia cifra (+12%) rispetto al 2018. Un trend in crescita trainato non solo dalle destinazioni italiane più tradizionali, ma anche da quelle meno note ai Globe Shopper, ma con un grande potenziale di sviluppo. Penso ad esempio a Torino dove il Tax Free Shopping nei primi sei mesi del 2019 ha fatto segnare un +48%, a Siena con un +39% e a Palermo con un altro +48%”.

“Lo shopping – ha aggiunto la vice presidente di Federturismo Confindustria Marina Lalli – sta richiamando nuova attenzione ed è diventato sempre più motivo del viaggio ed un fattore di attrattiva per la destinazione. Se si considera che più di un turista su quattro cerca una località in cui sia possibile fare acquisti prima di scegliere la meta del suo viaggio è evidente come sia fondamentale investire nella promozione di luoghi ed occasioni d’acquisto fino a farli diventare sempre più veri fattori d’attrattiva per i viaggiatori internazionali. L’Osservatorio rappresenta per Federturismo uno strumento privilegiato per monitorare periodicamente i flussi nel nostro Paese dei Globe shopper che sono sicuramente attratti dalle grandi città, ma che guardano sempre più con interesse anche alle destinazioni minori”.

Secondo i dati Global Blue, nel primo semestre 2019, in Italia le vendite Tax Free sono aumentate del 12%rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, mentre il valore dello scontrino medio, ora a 950 euro, ha fatto registrare un +9%. In Italia i cinesi si confermano prima nazionalità (29% del totale), con scontrino medio di 1.167 euro, seguiti da russi (11% del totale) e statunitensi (10% del totale).

Meta di shopping tax free resta Milano (con il 36% del totale degli acquisti dei viaggiatori internazionali registrati a livello nazionale), seguita da Roma (21%), Firenze (10%) e Venezia (6%). Tutte queste quattro destinazioni – che insieme, nei primi sei mesi di quest’anno, sono arrivate a coprire il 73% del totale italiano delle vendite tax free – hanno fatto registrare aumenti a doppia cifra: si va dal +16% di Venezia al +10% di Roma e Firenze, passando per il +12% del capoluogo lombardo.

A Milano è stato registrato lo scontrino medio più elevato pari a 1.167 euro, seguita dal capoluogo veneto (1.117 euro), dalla Capitale (957 euro) e dalla città di Ponte Vecchio (887 euro).

News Correlate