Taxi, arriva l’intesa dopo sei giorni di sciopero e la protesta a Roma     

Dopo giorni di protesta in tutta Italia con il picco della manifestazione di ieri a Roma sfociata in momenti di tensione, tafferugli, a tratti vera e propria guerriglia urbana, i tassisti ritornano al lavoro. E’ la decisione condivisa con il governo, in un incontro che si è tenuto al ministero dei trasporti, sottoscritta da tutte le 21 sigle della categoria. A Roma, dove oggi erano arrivati migliaia di tassisti da tutta Italia, si sono consumati gli scontri più violenti, soprattutto davanti alla Camera e alla sede del Pd, tra manifestanti e polizia, con un paio di partecipanti al corteo che sono finti in ospedale per trauma cranico. Diverse le bombe carta esplose davanti a Montecitorio. Lanci di bottiglie, finestre in frantumi e tavolini dei bar rovesciati. Traffico in tilt e il centro città nel caos. La categoria era al sesto giorno di proteste contro l’emendamento al milleproroghe.

News Correlate