domenica, 25 Ottobre 2020

Turismo balneare strategico per rilancio turismo

“Il Governo, per la prima volta dopo anni è intervenuto per riordinare la disciplina normativa sulle concessioni demaniali marittime, in linea con la Direttiva Comunitaria, per dare un futuro certo alle imprese balneari. È un settore strategico per lo sviluppo del turismo e l’innovazione del prodotto turistico”. Lo ha detto Dorina Bianchi, sottosegretario al Turismo nel suo intervento al Seminario di Studi organizzato da Oasi Confartigianato a Rimini e dal titolo “Territorio, ambiente, paesaggio e imprese balneari: quale futuro?”.

“Il ddl delega sulle concessioni demaniali marittime – ha aggiunto – è una risposta alle preoccupazioni degli operatori del settore ed è un provvedimento equilibrato, perché tiene in considerazione non solo dell’attuale panorama normativo europeo ma anche gli investimenti, il valore commerciale e la professionalità delle imprese del settore. Un risultato che è stato raggiunto anche grazie all’impegno profuso dal ministro per gli affari regionali Enrico Costa e da un confronto serrato tra i ministeri e le associazioni, grazie a una buona fase di interlocuzione che deve continuare.

La riviera romagnola – ha concluso – è la più attrezzata d’Italia: al primo posto per turismo con più di 400 imprese balneari. In linea con gli obiettivi di destagionalizzazione del Piano Strategico del Turismo è il progetto Mare d’Inverno. L’industria turistica ora più che mai passa anche per la sostenibilità, per un nuovo patto sociale del turismo con l’ambiente e con il territorio, con i suoi operatori e gli abitanti”.

News Correlate