lunedì, 30 Gennaio 2023

Viaggi solidali: italiani pronti a partire, specialmente i giovani

Il volontariato è sicuramente un’esperienza arricchente e stimolante, che permette anche di conoscere Paesi lontani e altre culture: non è solo un ottimo modo di viaggiare, infatti, ma un’occasione di crescita personale in contesti culturali nuovi e diversi, a volte fuori dalla propria comfort zone. Un modo per aiutare chi ha più bisogno o per sostenere cause diverse ma anche per mettersi alla prova e scoprire lati di sé e risorse ancora sconosciute.
edreams ha indagato insieme a OnePoll quanto questa tipologia di viaggio stia riscontrando l’interesse degli italiani, e sono sempre di più gli italiani che decidono di partire per un viaggio di volontariato. Se quasi uno su 4, il 23% degli intervistati, fa spesso vacanze di questo tipo o comunque le rifarebbe, quasi la metà, anche se afferma di non aver mai provato un’esperienza di questo tipo, si dice interessato a farlo (46%).
A proposito delle tipologie di viaggi solidali, dall’indagine risulta una propensione degli italiani verso il volontariato ambientale: il 48% degli intervistati, infatti, sceglierebbe di unirsi ad associazioni attive nella difesa della natura. In seconda posizione, come sfera di interesse, la protezione degli animali, scelta dal 42% degli intervistati, quasi a parimerito con l’aiuto alle popolazioni locali, citato dal 40% degli aspiranti viaggiatori.
Le fasce d’età più interessate ai viaggi solidali sono i millenial, con il 47% delle preferenze e, con il 43%, i giovanissimi della Gen Z. Sono però diversi gli obiettivi per cui gli uni e gli altri intraprenderebbero un’esperienza di volontariato in vacanza: i millenial (25-34 anni) vorrebbero conoscere culture e realtà diverse (62%), mentre i ragazzi tra i 18 e i 24 anni preferirebbero sviluppare nuove skill da aggiungere al bagaglio professionale (47%). L’indagine segna anche un confine netto sulle tematiche di interesse per fascia d’età: mentre i più giovani preferirebbero esperienze improntate verso la salvaguardia della natura o degli animali, gli over 65 opterebbero per qualsiasi attività che abbia a che fare con i bambini o con l’aiuto all’insegnamento.
Analizzando le differenze di genere, si nota un maggior interesse da parte delle donne che per il 51%, rispetto al 40% degli intervistati uomini, si dimostrano desiderose di provare a intraprendere un’esperienza di volontariato in viaggio.
Quanto ai motivi dell’eventuale partenza, la maggioranza delle donne intraprenderebbe un viaggio di volontariato per aiutare chi è in difficoltà (69%). Nello specifico, il 46% si dedicherebbe alla protezione degli animali, mentre il 42% sceglierebbe qualsiasi tipo di attività legata ai bambini e all’educazione (37%). Gli uomini, sebbene si dimostrino in generale meno interessati ai viaggi solidali, propendono invece verso esperienze legate alla protezione della natura (49%) e all’aiuto ndelle popolazioni locali (43%).
In Italia, a conquistarsi il primato per interesse verso viaggi di volontariato sono gli intervistati del Centro Italia e delle Isole (rispettivamente il 50% e il 56%). Diversi i temi di interesse: gli abitanti del Centro Italia durante una vacanza a tema volontariato opterebbero per un’attività legata alla protezione degli animali (46%), nelle Isole la preferenza è rivolta verso attività di aiuto per i bambini (44%), nel Nord-Est si preferirebbe partire per viaggi di volontariato green (51%).

News Correlate