venerdì, 17 Settembre 2021

Covid, sempre più restrizioni in Cina per l’aumento dei casi Covid

pandemia coronavirus

Continuano a crescere i numeri del covid in Cina. Zhangjiajie, nella Cina centrale, nota destinazione turistica nella provincia dell’Hunan, sta chiedendo a tutti i turisti di sottoporsi a tre test molecolari prima di lasciare la città. I turisti dovranno mostrare i risultati negativi di tutti e tre i test prima di lasciare la città. Secondo una dichiarazione rilasciata ieri dall’autorità municipale per il turismo, per loro sono stati istituiti canali di emergenza in tutti i luoghi i punti di screening della città.
Nella dichiarazione si legge che i servizi essenziali ai turisti bloccati sono coordinati e forniti dalle agenzie turistiche locali, dagli hotel e dal dipartimento di prevenzione e controllo delle malattie.
Zhangjiajie ha chiuso tutti i siti turistici e ha dichiarato 11 quartieri a zone a medio rischio per il Covid-19.
Nanchino, capoluogo della provincia di Jiangsu della Cina orientale, ha annunciato un piano di disinfezione generale della durata di dieci giorni per l’aeroporto internazionale di Nanchino Lukou, dove nove addetti alle pulizie dell’aeroporto sono risultati positivi al virus durante un test di routine avvenuto il 20 luglio.
La città di Yangzhou, nella provincia di Jiangsu della Cina orientale, ha sospeso tutti i voli in entrata e in uscita dal suo aeroporto internazionale di Taizhou, e ha chiuso i principali punti panoramici, tra cui il lago Slender West e il tempio Daming.

News Correlate