venerdì, 7 Maggio 2021

Cittaslow in trasferta per esportare il buon vivere

In Australia e Nuova Zelanda previsti incontri con buyer e tour operator

Le città fondatrici del movimento di Cittaslow, insieme alle altre 55 cittaslow italiane e alle 22 europee, saranno rappresentate da una delegazione che si farà ambasciatrice della filosofia del buon vivere in Australia, Nuova Zelanda e Giappone. Dal 9 al 23 marzo, infatti, una delegazione di cittaslow partirà dalla sede internazionale del palazzo del gusto di Orvieto alla volta di questi paesi ospite di quattro aspiranti cittaslow: Goolwa, Alexandrina Willunga, Katoomba Blue Mountains e Matakana. La delegazione di cittaslow, di cui fanno parte il presidente, sindaco di Francavilla al Mare Roberto Angelucci, il vice presidente, sindaco di Orvieto Stefano Mocio, e il direttore di cittaslow e del palazzo del gusto, Pier Giorgio Oliveti, sarà successivamente ospite della città di Maebashi che quest’anno festeggia il decennale del gemellaggio con la città di Orvieto. Sono previsti una serie di incontri con buyer e tour operator al fine di rafforzare la promozione del turismo e presentare l’eccellenza del made in Italy di qualità e il concetto di “buon vivere slow” attraverso i marchi e le esperienze concrete di slow food e cittaslow.

News Correlate