mercoledì, 14 Aprile 2021

Boom di posti barca in Italia, +35,4%

Leader la Liguria, crescita a ritmi sostenuti in Sardegna

Aumentano i posti barca sulle coste italiane. Negli ultimi sette anni si è infatti assistito ad un aumento del 35,4 % portano a una cifra vicina ai 130.000 i posti barca in Italia. I dati, emersi da una ricerca realizzata da Nomisma e commissionata da Seager spa, ha mostrato come leader dei posti barca sia la Liguria con 22.237 posti mentre la Sardegna è la regione che sta crescendo a ritmi più sostenuti (+114,7% tra il ’98 e il 2005). La Sardegna è anche la seconda regione per numero di posti barca (20.639), seguita da Toscana (15.382) e Campania (14.310). Incrementi significativi, sempre negli ultimi sette anni, si registrano sul versante tirrenico (Liguria +42,3%, Toscana +40,2%, Campania +46,3%) mentre sull’Adriatico spicca la performance dell’Emilia-Romagna (+30,30%). “Il settore – ha dichiarato il vicepresidente di Nomisma, Gualtiero Tamburini – ha anche suscitato l’interesse degli investitori”, ricordando che nel marzo 2006 è nato un fondo immobiliare specializzato nello sviluppo di porti turistici con annesse superfici residenziali, commerciali e ricettive. A tal proposito il presidente della società Seaser, Pierbruno Caravita, ha annunciato un piano per la progettazione e costruzione di altri porti turistici in tutta Italia. “Ci sono poi due progetti non ancora definiti sul piano delle procedure: l’ampliamento del porto turistico di Pantelleria e il “sogno nel cassetto” di Fiumicino che, con 1.460 posti barca – ha rilevato Caravita – diventerebbe il porto turistico più grande del Mediterraneo.”

News Correlate