giovedì, 22 Aprile 2021

Fs, il nuovo piano di Moretti

Rincari fino al 12% per nuovi treni, tagli a biglietterie e stazioni minori

“Tra aumenti tariffari, taglio agli sprechi e un’economia in ripresa, riusciremo a recuperare nel 2007 tra i 400 e i 450 milioni di euro”. Lo ha detto l’ad delle Fs, Mauro Moretti, parlando del piano 2007-2011 che punta al riequilibrio dei disastrati conti delle Ferrovie. A cominciare dagli aumenti sulle tariffe dei biglietti che potrebbero partire già a partire da gennaio prossimo, incrementi tra il 3% e il 12% che toccheranno l’Alta velocità e gli Eurostar e che serviranno a comprare nuovi treni. In linea con il programma di austerity, la razionalizzazione di stazioni e biglietterie con la chiusura di alcuni punti mentre sul piano operativo, i treni saranno guidati da un solo macchinista. Largo, poi, a una ristrutturazione territoriale di Rfi con Ferrovie che punta anche a un’integrazione dei servizi mobilità nelle città ferro-gomma-parcheggi. Infine, grande risalto del piano all’alta velocità Torino-Milano-Napoli che sarà completata nel 2009, per un costo totale 32 miliardi di euro.

News Correlate