domenica, 28 Novembre 2021

Sicurezza in mare, Bianchi emana direttiva

L’obiettivo è tutelare bagnanti e sub in prossimità del litorale

Evitare incidenti, non solo sulle strade ma anche nelle acque italiane. Prende le mosse da questo presupposto la Direttiva sulla sicurezza nella navigazione da diporto emanata il 19 luglio dal inistero dei Trasporti, in concomitanza con l’inizio della stagione estiva e presentata ieri dal ministro Alessandro Bianchi al comando della Capitaneria di porto. In pratica più sicurezza e controlli per “creare una cornice di sicurezza, che tuteli soprattutto bagnanti e sub, nella quale si svolga la navigazione in prossimità del litorale, contemperando i diversi usi del mare”. La Direttiva prevede l’incremento della presenza di unità di controllo in mare nei periodi e nelle ore di maggiore affluenza di imbarcazioni e bagnanti, la presenza di mezzi navali in servizio di vigilanza e controllo in prossimità di approdi e delle zone di maggior transito e presenza di unità di diporto. Altra novità su cui il ministero ha deciso di puntare proprio “è la nuova collaborazione tra autorità marittime e prefetture, che potranno essere chiamate ad intervenire o ad esprimersi in merito, da capitanerie di porto e guardia costiera”.

News Correlate