mercoledì, 29 Settembre 2021

I turisti stranieri e il covid in Sicilia, un binomio che non regge

I turisti stranieri sembrano non essere i colpevoli della rapida diffusione del covid in Sicilia. Almeno stando ai numeri. Dando uno sguardo ai tamponi eseguiti ad agosto all’aeroporto di Palermo e il numero dei positivi risulta che su 21.897 tamponi sono stati trovati 47 positivi e cioè lo 0,2%. Ricordiamo infatti che in base alle ordinanze del presidente Nello Musumeci i tamponi sono obbligatori per i passeggeri aerei, anche quelli vaccinati, provenienti da Francia, Grecia, Paesi Bassi, Spagna, Portogallo, Malta e Stati Uniti. Tampone che comunque non va fatto necessariamente in aeroporto.

Ecco i dati dei tamponi eseguiti, riportati da Live Sicilia.

1 agosto: 899 tamponi, 7 positivi;

2 agosto: 1448 tamponi, 1 positivo;

3 agosto: 1274 tamponi, 2 positivi;

4 agosto: 603 tamponi, 2 positivi;

5 agosto: 1196 tamponi, 1 positivo;

6 agosto: 2757 tamponi, 4 positivi;

7 agosto: 1155 tamponi, 4 positivi;

8 agosto: 871 tamponi, 4 positivi;

9 agosto: 1504, 1 positivo;

10 agosto: 1005 tamponi, 2 positivi;

11 agosto: 964 tamponi, 4 positivi;

14 agosto: 904 tamponi, 2 positivi

15 agosto: 915 tamponi, 8 positivi

16 agosto: 1007 tamponi, 0 positivi

17 agosto: 812 tamponi, 0 positivi;

18 agosto: 771 tamponi, 1 positivi;

19 agosto: 782 tamponi, 2 positivi

22 agosto: 752 tamponi, 2 positivi;

23 agosto: 915 tamponi, 0 positivi;

24 agosto: 784 tamponi, 0 positivi;

25 agosto: 579 tamponi, 0 positivi.

Dunque, se la Sicilia è tornata in zona gialla dopo essere rimasta per oltre due mesi in zona bianca, a cosa si deve? Intanto ricordiamo che l’Isola è ultima per numeri di vaccinati e che per due mesi è stato permesso il transito libero tra le regioni con migliaia di italiani che hanno scelto la Sicilia per le vacanze, senza tenere conto dei tantissimi siciliani di ritorno da altre regioni italiane, e che sono stati liberi di circolare senza alcuna precauzione. Solo da ieri, 1 settembre, infatti, il green pass è stato reso obbligatorio per prendere treni ad alta velocità e a lunga percorrenza, salire su un aereo o una nave.

News Correlate