lunedì, 18 Gennaio 2021

Ryanair apre quattro nuove rotte da Torino

Firmato un accordo biennale tra la low cost, la Regione e la Sagat

Torino vola al centro dell’attenzione di Ryanair: la low cost insieme alla Regione Piemonte e a Sagat hanno annunciato la firma dell’accordo per lo sviluppo di quattro nuove destinazioni da Torino Caselle, che portano il network servito dall’aeroporto di Caselle a un totale di 8 rotte effettuate dalla compagnia irlandese. Il progetto, della durata di due anni (ottobre 2009 – ottobre 2011), prevede quattro nuove rotte: Bari (tutti i giorni dal 14 gennaio 2010), Brindisi (3 volte a settimana dal 4 febbraio 2010), Madrid (3 voli a settimana dal 31 marzo 2010), mentre una nuova destinazione internazionale si aggiungerà nella primavera del 2011 (con 3 frequenze settimanali). Altre novità riguardano il collegamento per Londra Stansted, che diventerà giornaliero con potenziamenti durante la stagione invernale, Brussels Charleroi, che passa da tre a quattro collegamenti a settimana, Barcellona Girona, che si consolida con 3 frequenze settimanali, mentre Trapani passa da 4 voli settimanali a giornaliero. Saliranno così a 37 le frequenze settimanali della compagnia irlandese operate dall’aeroporto di Torino, a cui vanno sommati i 5 voli annunciati per la stagione invernale verso Bristol, Dublino, Glasgow, East-Midlands e con la novità di Stoccolma. "Quello con Ryanair è un rapporto che stiamo, ormai, coltivando da anni e che ci vede proiettati verso altre future sinergie – dice Mercedes Bresso, presidente Regione Piemonte – e speriamo che le quattro nuove destinazioni riscuotano l’interesse del pubblico contribuendo a consolidare il Piemonte come meta turistica internazionale. Un turismo in costante crescita dal 2000 a oggi, con oltre 11,5 milioni di presenze nel 2008, che ci hanno portato a superare anche l’anno olimpico. Nel 2010 ospiteremo nuovi importanti eventi: dai Mondiali di Pattinaggio su Ghiaccio all’Ostensione della Sacra Sindone. Speriamo che questi voli siano un’occasione in più per mettersi in viaggio”.

News Correlate