mercoledì, 14 Aprile 2021

Torino città d’arte e del cioccolato

Dopo le Olimpiadi l’immagine della città è cambiata agli occhi del turista

L’immagine turistica di Torino dopo i Giochi Olimpici invernali è cambiata: la grande industria e il calcio non sono più le sue uniche prerogative, ma si affiancano storia, arte ed enogastronomia, cioccolato in testa. È quanto emerso da studi universitari, dalle istituzioni e dall’Atl Turismo Torino, riunite a convegno per la presentazione di un’indagine denominata “Progetto Orme 2006 – Torino lascia il segno”, alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo. La ricerca è stata condotta su 1.200 turisti italiani e stranieri a Torino, tra agosto 2005 e lo stesso mese del 2006, dalla Fondazione Enrico Mattei, con la partecipazione di Turismo Torino, dell’assessorato al Turismo della Provincia e il finanziamento della Compagnia di San Paolo. I dati sono stati resi noti in una conferenza di presentazione del lavoro. L’obiettivo dell’indagine è la valorizzazione turistica di Torino, attraverso la creazione di un piano di marketing da costruire sulla base dei dati ottenuti. A supporto della ricerca è stato realizzato un sito internet nella forma di blog, il primo di questo genere sul turismo a Torino. È aperto a turisti e residenti, che possono pubblicare commenti, opinioni e descrizioni della città, dialogando in modo interattivo.

News Correlate