lunedì, 18 Gennaio 2021

Birgi vuole emulare lo scalo di Pisa

Delegazione Airgest è volata in Toscana per un confronto delle attività

L’aeroporto di Pisa e quello di Trapani hanno molti tratti in comune: entrambi nascono come scali militari ed entrambi ora puntano tutto o quasi sul traffico low cost. Inoltre la società di gestione dello scalo toscano, la SAT, inizialmente era una società a prevalente capitale pubblico. Oggi è pienamente in attivo e da 10 anni distribuisce dividendi ai soci e investe in infrastrutture. Tutti motivi che hanno spinto una delegazione dell’Airgest, guidata dal presidente Salvatore Ombra, a recarsi a Pisa per un confronto delle attività. I dipendenti siciliani, responsabili amministrativi dei reparti di contabilità generale, personale e coustomer satisfaction, hanno incontrato i loro omologhi della Sat mentre Ombra ha avuto un confronto con l’amministratore delegato della società, Gina Giani. All’incontro con i vertici della Sat era presente anche il presidente della Provincia di Trapani, Girolamo Turano. “E’ stata una esperienza formativa importantissima per il personale Airgest – ha commentato Ombra – e sono altrettanto convinto che la Sat rappresenti per noi, per le similitudini dei due scali e tenendo conto anche delle differenze del tessuto economico, culturale e sociale, un esempio da seguire, soprattutto per ciò che riguarda le politiche di marketing che da tempo sostengo debbano essere avviate in sinergia con gli enti locali della provincia di Trapani”.

News Correlate