sabato, 26 Settembre 2020

Fontanarossa, stamattina riaperto lo scalo

Bertolaso annuncia l’arrivo di due potenti radar entro l’estate

Riaperto stamattina all’alba l’aeroporto di Catania. Lo scalo di Fontanarossa, chiuso per la terza notte consecutiva per l’emergenza cenere lavica emessa dall’ Etna, è ora regolarmente operativo. In giornata una commissione aeroportuale deciderà se Fontanarossa stasera dovrà richiudere al tramonto o se potrà rimanere aperto. Intanto la Protezione civile ha trovato “una soluzione che metterà fine all’ emergenza” cenere lavica: entro la prossima estate saranno installati due modernissimi e sofisticati radar in grado di rilevare la presenza di cenere lavica anche di notte o con il maltempo. “All’ inizio – ha spiegato il capo del dipartimento della Protezione civile, Guido Bertolaso – avevamo pensato di predisporre un radar meteorologico che però alla fine con i controlli fatti non avrebbe dato garanzie al 100 per cento. E in una situazione di questo genere non ci possiamo permettere margini di incertezza”. Bertolaso ha, quindi, invitato “i turisti che visitano l’Etna a seguire regole precise”. “Non possono pensare – ha osservato il capo del dipartimento della Protezione civile – di andare in giro sul vulcano, magari all’ imbrunire, liberamente, costringendo poi le guide alpine a fare interventi di emergenza perché si sono persi o hanno bisogno di aiuto. Ci vuole – ha auspicato Bertolaso – l’aiuto della popolazione perché certamente il vulcano è una straordinaria risorsa turistica ma che va organizzata e gestita meglio”.

News Correlate