giovedì, 20 Gennaio 2022

Confcommercio: con green pass più oneri e niente aiuti a turismo

Da oggi anche in Sicilia scatta l’obbligo del Super Green Pass per accedere ai trasporti pubblici locali, per il servizio di bancone al bar, per i ristoranti anche all’aperto, per gli alberghi e i centri benessere. Il certificato rafforzato servirà anche per piscine, centri sportivi e palestre (all’aperto), alberghi (compresi i ristoranti interni), impianti da sci e musei. Nella stretta anche feste, sagre e centri culturali e ricreativi, anche all’aperto. Dal 20 gennaio, poi, scatta l’obbligo di Green pass base per andare dal parrucchiere, dal barbiere e nei centri commerciali.

Perplessità manifesta però il presidente regionale di Confcommercio Sicilia, Gianluca Manenti: “ci preoccupiamo del fatto che sarà necessario contenere l’impatto organizzativo di un improprio ruolo di controllo e verifica da parte degli esercenti. Viene altresì riproposto il problema, che è stato già sperimentato, della concreta individuazione delle ‘eccezioni’ e delle ‘esigenze essenziali e primarie’ con il connesso rischio di scelte contraddittorie o discriminanti. Tutto ciò si sta consumando senza che siano state ancora predisposte misure di sostegno per le imprese colpite dalla recrudescenza della pandemia, a partire dalle imprese della filiera del turismo e dall’esigenza di un nuovo ciclo di ‘cassa Covid’ con efficacia retroattiva dal 1 gennaio”.

News Correlate