domenica, 18 Aprile 2021

La Sicilia come la Grecia: accelerare vaccini per attrarre turisti

“Il ritmo attuale delle vaccinazioni anticovid rischia di pregiudicare per il secondo anno consecutivo la stagione turistica in Sicilia. Migliaia di imprese, già messe in ginocchio dalla pandemia rischiano di chiudere in mancanza di una decisa accelerazione della campagna vaccinale. Potremmo prendere esempio dalla Grecia, terra la cui economia, come in Sicilia, è basata sul settore turistico, e dove è stata avviata una campagna di vaccinazione per tutti i residenti allo scopo di creare aree sicure entro la prossima estate, quando arriveranno i vacanzieri oltre all’introduzione del passaporto sanitario per chi arriva”. Lo dice Michele Catanzaro, deputato regionale del Pd, che propone l’introduzione nell’Isola delle misure già avviate in Grecia.

“Mi auguro un’accelerazione della campagne di immunizzazione – dice Catanzaro – e chiederò immediatamente al governo regionale di valutare la possibilità di programmare una campagna vaccinale prioritaria nelle isole minori della Sicilia, mete turistiche di eccellenza luoghi dove l’economia è esclusivamente improntata sul turismo. Anche l’introduzione del passaporto sanitario per chi arriva, potrebbe contribuire alla definizione di ‘Isole Covid free’ creando maggiore appeal sui turisti che intendono programmare la loro vacanza in Sicilia”.

Del resto, come ha raccontato anche la CNN, negli ultimi mesi nonostante la pandemia le piccole isole siciliane sono state colpite dall’emergenza sanitaria solo marginalmente. Linosa, ad esempio, è riuscita a mantenersi libera dal Covid in tutti questi mesi, come ricorda il sito siviaggia.it mentre Vulcano ne ha registrato solo uno. E di sicuro sia ad Alicudi che a Filicudi mantenere il distanziamento sociale non è un problema visto che l’unico momento in cui si può formare un po’ di folla è quando le persone si incontrano al porto per salire o scendere dai traghetti”.

News Correlate