venerdì, 25 Settembre 2020

Lampedusa sciopera contro la marginalità dell’Isola

Al via un comitato cittadino: “Basta con le promesse, ora una task force”

Gli abitanti di Lampedusa dicono basta alla situazione di marginalità in cui versa l’isola. E per protestare, oltre ad istituire un comitato cittadino, hanno già annunciato che sabato prossimo inizieranno uno sciopero generale ad oltranza. Una manifestazione che dalla piazza antistante il comune si concluderà davanti al costruendo centro di accoglienza in contrada Imbriacola, mentre un corteo occuperà la stanza del sindaco “fino a quando non si otterranno delle risposte concrete”. “Invito tutti i manifestanti, gli enti e i sindacati che hanno partecipato alla manifestazione dello scorso 10 settembre a Lampedusa – ha dichiarato il sindaco, Bruno Siragusa – per chiedere loro di aiutarci nella nostra battaglia. Da troppo tempo, i nostri politici ci hanno fatto delle promesse ma, nessuna di queste, ad oggi, è stata mantenuta. Siamo stanchi – ha continuato Siragusa – di essere trattati come cittadini di serie B. Quando i sindacati sono stati a Lampedusa a settembre ci hanno dichiarato la loro intenzione a volere aiutare non solamente gli immigrati clandestini ma anche la popolazione dell’isola. A questo punto, chiedo loro aiuto. Noi continueremo la nostra protesta fino a quando non arriverà sull’isola una task force, capace di risolvere i nostri problemi”.

News Correlate