mercoledì, 25 Novembre 2020

Siracusa rischia di straperdere con l’addio di Aman Resorts

Non inizia sotto i migliori auspici il 2015 turistico per il siracusano. Dopo l’addio di Aman Resorts potrebbero andare perduti anche altri investimenti che sarebbero serviti a potenziare l’offerta turistica del territorio.  Si tratta dei progetti firmati dalla società Elemata Maddalena di Emanuele di Gresy inizialmente sposati dal brand Aman luxury resorts. A partire dall’idea del trenino-hotel di lusso in gradi di  viaggiare su piccole rotaie in disuso in Sicilia, lungo la linea ferroviaria tra Siracusa a Vizzini.

Da sei mesi intanto, gli operai della società Elemata stanno lavorando in contrada Bibbia, nel territorio di Palazzolo Acreide, per restaurare un vecchio casale che diverrà un grande golf resort. Per il suo arredamento si parla di maison internazionali, Fendi e Armani comprese. Ma ora, la società dovrà fermarsi per cercare un altro operatore turistico dopo l’abbandono di Aman.

Un altro stop ai programmi imprenditoriali riguarda il beach club di contrada Gallina, tra Fontane Bianche e Avola per l’assenza di un Piano spiagge da parte del Comune di Avola.

Ecco perché una parte della provincia aretusea è scesa in campo e chiede alla società Elemata di fare un passo indietro. La proposta è quella di allargare la discussione e considerare il progetto di nella sua interezza secondo una visione nuova politica e imprenditoriale che possa superare errori del passato

News Correlate