mercoledì, 22 Settembre 2021

Al via AlturEstival: natura e cultura tra Conca d’Oro e Madonie

Giunge alla quinta edizione AlturEstival, il festival di natura, arti e culture tra i monti di Sicilia, organizzato dall’Associazione Culturale Formedonda e dal Club Alpino Siciliano, che anche quest’anno vedrà una nutrita programmazione tra i monti della Conca D’Oro e il parco naturale regionale delle Madonie. Un’edizione all’insegna di escursioni musicali, passeggiate sonore, concerti, performance, trekking, mostre fotografiche, ascolti, teatro musicale, narrazioni e poesia, che cerca di coniugare natura, cultura e luoghi della memoria, in programma dal 3 al 5 settembre e dal 10 al 12 settembre.

Quest’anno, oltre alle consuete domeniche passate al Castellaccio di Monreale a Monte Caputo, vi saranno tre appuntamenti che coinvolgeranno i primi tre fine settimana del mese di settembre. Il primo ed il secondo fine settimana, vedrà un focus su musiche di meditazione e natura che prende il nome di “Passeggiate sonore a Piano Sempria 2021”.

“Un programma fitto di progetti artistici che si basano su riflessioni sonore, poetiche ed espressive nati con l’intento di coniugare luoghi naturali come il bosco di Castelbuono, le alte Madonie di Piano Imperiale o di Piano Pomo, con l’intervento espressivo di artisti e musicisti che, in punta di piedi suoneranno in sintonia con l’ambiente, coi paesaggi e con il bosco, accompagnando le varie escursioni previste con i loro strumenti acustici”, spiega Mario Crispi, direttore artistico di AlturEstival e presidente del Club Alpino Siciliano.

 

I CONCERTI:
AlturEstival si aprirà il 3 settembre, alle 18, a Piano Sempria con il concerto di Nino Errera. Alle 21, sempre a Piano Sempria, il concerto di Area & Strepitz Open Project dal titolo “Improvvisa_meditazione”.
Domenica 5 settembre, alle 18, dopo la risalita escursionistica di Monte Caputo e la visita del Castello, nella chiesa del Castellaccio di Monreale, Biagio Guerrera presenterà il suo lavoro editoriale “Casa Munnu”, accompagnato da Puccio Castrogiovanni (marranzano, chitarra e percussioni). Seguirà il concerto della cantautrice di Paternò, Eleonora Bordonaro.
Il 4 settembre, alle 18, Dario Lo Cicero, noto flautista e sperimentatore musicale di Palermo, si esibirà a Piano Semprìa con “Suoni da bosco e richiami”, insieme a Soplar Lejero. La sera, alle 21, concerto di Maurizio Lanzalaco che si esibirà in un flusso musicale con le sue ricercate sonorità elettroniche vintage e non, attraverso le sue composizioni ispirate ai luoghi in cui è nato e cresciuto, ovvero quelli di Petralia Sottana.
Venerdì 10 settembre, sempre a Piano Sempria, alle 19, in programma un concerto che vedrà protagonista la musica d’autore madonita dei Vorianova (protagonisti in un lavoro collettivo su Rino Gaetano premiato alla Targa Tenco 2021).
L’11 settembre, alle 19.30, al Rifugio Crispi di Piano Semprìa, concerto per chitarra acustica preparata ed aumentata di Giuseppe Lomeo.
Il 12 settembre, alle 17.30, al Castellaccio di Monreale, concerto di musica acusmatica e di paesaggi sonori di Alfredo Giammanco.
Venerdì 17 settembre, alle 18, al Castellaccio di Monreale, sarà la volta dei Paesaggi Sonori del Mondo proposti con il concerto acusmatico di Soplar Lejero (Mario Crispi) che miscelerà dal vivo i suoni, le tracce e i reportage sonori di alcuni suoi lavori frutto dei suoi numerosi viaggi intorno al mondo.
Sabato 18 settembre, alle 18, al Castellaccio di Monreale, sarà la volta di Miriam Palma, nota autrice, cantante e performer palermitana.
Domenica 19 settembre, alle 11.45, sempre al Castellaccio di Monreale, si esibirà l’energica Oriana Civile con canti e brani tratti dal suo repertorio di cantautrice e interprete siciliana. Nel pomeriggio, invece, alle 18, sarà invece il turno di Costanza Paternò, altra voce siciliana di raffinata dolcezza e sentimento e accompagnata alla chitarra da Vincenzo Ganci, conosciuto come ex bassista del noto gruppo siciliano di etnorock Kunzertu.
Domenica 26 settembre, alle 11.45, al Castellaccio di Monreale, concerto di Dario Lo Cicero che con i suoi curiosi arnesi sonori si esibirà in due momenti (il concerto andrà in replica anche alle 18).
AlturEstival si chiderà domenica 3 ottobre, alle 11.45, al Castellaccio di Monreale con l’ultimo ascolto immersivo condotto da Maurizio Curcio, musicista e compositore di Monreale, che interpreterà dal vivo le sue composizioni acusmatiche e di paesaggi sonori.

LE PASSEGGIATE:
Il 4 settembre, alle 10, partirà la passeggiata musicale che partendo da Piano Semprìa arriverà fino agli “agrifogli giganti” di Piano Pomo. Ad accompagnare gli escursionisti saranno Nino Errera e Soplar Lejero (pseudonimo di Mario Crispi, noto multifiatista etnico) che sosteranno insieme ai partecipanti nei punti più scenografici e commentaranno musicalmente il momento, per terminare poi, con una performance acustica estemporanea, il percorso escursionistico a Piano Pomo, sotto i monumentali Agrifogli Giganti.
Il 5 settembre, alle 9.30, partirà da Piano Sempria un’escurione che condurrà a Croce dei Monticelli porterà gli escursionisti partecipanti alle alte quote attorno a Piano Catagidebbe.
Sabato 11 settembre, alle 10, sarà la volta di un’altra escursione musicale acustica che partirà dalle Rocche di Gonato per arrivare al Rifugio C.A.S. Vicaretto. Ad accompagnarla saranno le chitarre acustiche di Giuseppe Lomeo e Giancarlo Romeo, che si alterneranno negli anfratti e negli scorci più suggestivi della Valle del Fiume Vicaretto, con lo sfondo suggestivo del “Vauso Canna”.
Domenica 12 settembre, alle 9, un mini trekking con partenza dal Rifugio Crispi e destinazione Pizzo della Principessa.

IL CONVEGNO:
Il 2 ottobre, alle 10, presso l’Abbazia di San Martino delle Scale, in programma il convegno dal titolo “Sentieri della Memoria dei Monti di Palermo”, un resoconto sul percorso intrapreso per la creazione dell’Ecomuseo di Monreale, Monte Caputo e San Martino delle Scale proposto dal comitato promotore.

LA MOSTRA:
In occasione della quinta edizione di AlturEstival, il 5 settembre, al Castellaccio di Monreale, alle 16.45, verrà inaugurata la mostra “I cammini della memoria” con foto tratte dagli archivi del Club Alpino Siciliano.

News Correlate