venerdì, 5 Marzo 2021

Formazione e aggiornamento per le Pro Loco siciliane

Hanno risposto più di 150 Pro Loco della Sicilia Occidentale alla chiamata del presidente dell’Unpli Nazionale e di Sicilia, Nino La Spina che si è svolto all’albergo Santa Lucia di Cefalù il 28 gennaio 2018. Il V Corso Regionale di Formazione per Dirigenti e Operatori ha affrontato i più rilevanti aspetti giuridici in materia di sicurezza e fiscalità ed ha informato i partecipanti su quanto è in itinere relativamente alla Riforma del Terzo Settore. Per l’assessorato regionale al Turismo ha portato il saluto Anna Maria Manzo, dirigente responsabile settore Pro Loco.

Sono intervenuti, inoltre, Ignazio Di Giovanna che ha affrontato l’attualissimo tema delle misure da adottare per le pubbliche manifestazioni, SAFETY e SICURITY – Direttiva del 28/7/2017, Roberto Pelosi che ha illustrato le polizze assicurative relativamente alla responsabilità civile verso terzi – Tutela Legale – infortuni durante le manifestazioni, Mario Barone che ha parlato dei rapporti tra Pro Loco e SIAE, Leonardo Torrisi che ha affrontato gli aspetti Giuridici e Fiscali scaturenti dalla nuova riforma ed infine Roberto Russo, della Facoltà di Giurisprudenza di Novedrate (Como), che ha illustrato la Riforma del Terzo Settore, Opportunità e criticità dello scenario normativo (in via di definizione). La Spina ha espresso la sua soddisfazione per la numerosa presenza.

Dall’altra parte della Sicilia, la giornata dedicata alle associazioni di Catania, Messina, Enna, Siracusa e Ragusa ha registrato l’adesione di oltre 200 partecipanti e 120 Pro Loco oltre che la partecipazione dell’assessore regionale al Turismo, Sandro Pappalardo.

“Con il progetto ‘Catania tourism lab’ – ha detto – abbiamo messo in rete, grazie alla collaborazione e la disponibilità di Unpli Sicilia, tutte le Pro loco provinciali, soprattutto di quelle dotate di Informazione e assistenza turistica (Iat), costituendo di fatto dei presidi territoriali importantissimi che potranno garantire uniformità e completezza nell’attività di informazione e di assistenza al turista. Il progetto si sviluppa in alcuni punti fondamentali – ha aggiunto – e pone una strategia che va incontro alle reali esigenze dei turisti e che ottimizza le risorse e le professionalità del territorio che, finalmente, cominceranno a dialogare tra loro”.

“L’aggiornamento continuo – ha commentato  Antonino La Spina – è per noi imprescindibile, specie ora che la riforma del terzo settore pone nuove obiettivi e modalità di gestione per le associazioni nazionali, come le Pro Loco. Il nuovo governo regionale è molto attento all’azione delle Pro Loco, il presidente Musumeci conosce e molto bene le attività che svolgiamo: sono sicuro faremo un ottimo lavoro in tutte le iniziative”.

News Correlate