mercoledì, 23 Settembre 2020

Monti alla guida dell’Autorità di Sistema dei porti della Sicilia occidentale

Dopo aver trascorso gli ultimi dieci anni a capo del porto di Civitavecchia, Pasqualino Monti è stato scelto per guidare la nuova Autorità di Sistema portuale del Mare di Sicilia occidentale – Porti di Palermo, Termini Imerese, Trapani, Porto Empedocle, istituita con DL 169/2016.

“La prima fase – ha detto Monti – sarà quella di costituire il comitato di gestione dell’autorità portuale di Palermo la prossima settimana. Dopo dovremo prendere in gestione i porti di Trapani e Porto Empedocle e disegnare una mappa industriale dei quattro scali per cercare di fare un’offerta unica sul mercato che rappresenti la nostra autorità di sistema portuale della Sicilia Occidentale. Puntiamo sulle crociere, sulla cantieristica, sulle autostrade del mare, sui marina yachting e sulla parte industriale”.

In particolare, il piano di Monti  è spostare il traffico merci negli scali di Termini e Trapani mentre Palermo diventerà il punto di riferimento del crocierismo in Sicilia. E per farlo ha già tracciato gli obiettivi del suo mandato a breve termine: conclusione dei lavori al molo Vittorio Veneto entro l’inizio dell’autunno e lo spostamento degli attracchi delle grandi navi da crociera nella zona Sud del porto di Palermo, il più vicino possibile alla parte più bella della città. Inoltre Monti assicura che troverà un accordo con le compagnie di crociera così come è stato fatto a Civitavecchia e per quel che riguarda l’inquinamento delle navi da crociera sta pensando di chiedere agli armatori di utilizzare carburanti ecologici in porto. “Le nuove navi – ha concluso – hanno già a bordo questa tecnologia”.

Intanto è ormai quasi pronto – in attesa del solo rappresentante della Regione siciliana – il Comitato di gestione, presieduto dallo stesso Monti, nuovo organo deliberante che sostituisce il comitato portuale. Ne faranno parte il contrammiraglio (CP) Gaetano Martinez per conto della Capitaneria di Porto, l’ingegnere Cesare La Piana, in rappresentanza del Comune di Palermo, e il contrammiraglio Giuseppe Zaccaria per il Comune di Trapani.

“La riforma del sistema portuale e la contemporanea nomina del nuovo presidente – ha commentato il sindaco di Palermo Leoluca Orlando – danno finalmente alla città e all’area metropolitana di Palermo un interlocutore in sintonia con l’esigenza di affrontare in termini di sistema – e non come somma conflittuale di localismi – il tema della mobilità nella Sicilia Occidentale. Al nuovo presidente esprimo vive congratulazioni per il prestigioso incarico ed i migliori auguri di buon lavoro” .

 

News Correlate