domenica, 16 Maggio 2021

Successo per gli spettacoli di Anfiteatro Sicilia nei teatri antichi

Anfiteatro Sicilia, seconda edizione, la manifestazione culturale promossa dall’Assessorato regionale al Turismo, si contamina e contamina la storia, i luoghi, il territorio siciliano con l’unico intento di promuovere la Sicilia e racchiudere in un unico circuito le produzioni messe in scena nei teatri di pietra siciliani (Taormina, Catania, Tindari, Morgantina, con l’aggiunta della Villa Romana del Casale) dalle fondazioni teatrali, liriche e sinfoniche della nostra regione (Teatro Stabile di Catania, Biondo di Palermo, Massimo di Palermo e Bellini di Catania, Vittorio Emanuele di Messina, FOSS Orchestra sinfonica siciliana).

“Sono molto soddisfatto – dice l’assessore al Turismo e Spettacolo della Regione Siciliana, Anthony Barbagallo – dell’andamento che ha registrato finora Anfiteatro Sicilia. Un calendario d’eventi che si svilupperà lungo tutta la stagione estiva e che permetterà nelle serate delle messe in scena la fruizione di importanti siti archeologici. In scena produzioni di grande qualità che realizzano una concreta azione di promozione territoriale. Lo dimostra il tutto esaurito per l’apertura serale della Villa del Casale a Piazza Armerina, con l’evento speciale, ‘Suoni e Luci’, organizzato da Taormina Arte e con Michele La Paglia”. L’evento Suoni e Luci, giochi d’acqua, luci e musiche dal vivo, coinvolgerà ed emozionerà il pubblico per altre quattro domeniche (30 luglio, 13 e 20 agosto).

Inoltre è il mare il leitmotiv dei tre concerti organizzati da Taormina Arte per Anfiteatro Sicilia. L’appuntamento è per venerdì 28 luglio al Teatro Antico di Tindari, sabato 29 luglio al Teatro Antico di Morgantina e venerdì 11 agosto al Teatro Antico di Catania.

Protagonisti sono i maestri dell’Orchestra a fiati del Conservatorio Arcangelo Corelli di Messina, diretti da Lorenzo Della Fonte, considerato un’autorità indiscussa nel mondo fiatistico mondiale.

 

 

News Correlate