sabato, 16 Gennaio 2021

Aeroviaggi esorcizza la crisi e rilancia per il 2010

Fatturato da 72 mln e utile netto di un mln dopo pagamento delle tasse

Conclusa l’estate, Aeroviaggi ha già programmato la stagione 2010 riconfermandosi come tour operator puro e puntando esclusivamente sui 10 alberghi del gruppo. La catena charter, che avrà inizio il 2 aprile e andrà avanti fino al 24 settembre, prevede 27 voli settimanale dalla Francia, in partenza da 21 aeroporti, verso Olbia, Palermo e Catania. E per il 2010 è previsto anche un volo da Bergamo per le tre destinazioni. Dunque, una programmazione che tiene conto dei risultati brillanti di questa stagione, nonostante la crisi che però sembra non aver colpito Aeroviaggi.
“La crisi c’è e per fortuna l’abbiamo superata – spiega Antino Mangia, fondatore del gruppo, a sicilia.travelnotop.com – intanto perché siamo un’azienda sana, ma principalmente perché siamo un TO che gestisce una catena alberghiera da 8 mila posti letto. Oggi, quindi, siamo fortemente concentrati a realizzare un prodotto turistico di alta qualità e ad attuare strategie commerciali chiare, determinate e rapportate alla qualità dei servizi e privilegiando sempre il rapporto con le adv. Abbiamo concluso il 2009 con un fatturato di 72 milioni di euro, con un margine operativo lordo di 12 milioni di euro e un milione di utili netti dopo il pagamento delle tasse”. Con 10 alberghi di proprietà, il gruppo Aeroviaggi dispone di 150 dipendenti che arrivano da 800 a mille durante la stagione estiva. Aeroviaggi eroga 14 milioni di stipendi all’anno.

News Correlate