Tradizione Turismo punta su americani e giapponesi

Nel 2006 il fatturato del giovane TO palermitano è cresciuto del 40%

Un giovane tour operator di nicchia che nel 2006 si è dedicato quasi esclusivamente all’incoming puntando in prevalenza su turisti americani e giapponesi. Tutto questo è Tradizione Turismo, piccolo operatore palermitano che nel 2006 ha visto crescere il proprio fatturato di circa il 40%.
“Abbiamo operato con il mercato giapponese che ha generato circa 1.000 passeggeri tutti individuali – spiega Vincenzo Ciceraro, direttore di Tradizione Turismo – ma abbiamo principalmente incrementato il mercato nord americano portando in Sicilia circa 1.500 passeggeri. Elemento di novità e soddisfazione – continua Ciceraro – è rappresentato dalla clientela di fascia medio alta e con una capacità di spesa intorno ai mille cinquecento a persona”. E per il 2007 l’obiettivo del TO è consolidare la presenza su questi mercati con l’introduzione di prodotti mirati. “In particolare puntiamo su “Sicilia Highlights”, un tour di 7 giorni dimensionato per qualità di ospitalità ed assistenza al mercato americano di fascia media. Sulla stessa scia – conclude Ciceraro – abbiamo rinnovato il nostro sito dedicato ai clienti di lingua inglese”.

News Correlate