venerdì, 22 Gennaio 2021

A Palermo si può visitare antico l’acquedotto arabo

Sabato 10 ottobre partono le escursioni del Qanàt Gesuitico Alto

Visitare una parte dell’immenso patrimonio sotterraneo che Palermo nasconde camminando in mezzo alla roccia, con l’acqua che sgorga dalle pareti di argilla per poi scorrere nelle gallerie. E’ quanto propone A.L.I. Ambiente Legalità Intercultura con le visite guidate del Qanàt Gesuitico Alto, l’antico acquedotto di origine araba, che partiranno sabato 10 ottobre. Le escursioni costano 25 con partenza dalla scuola elementare Bonanno (in via Pitrè, 183) dalla quale partirà un servizio di navetta che trasporterà i partecipanti all’ingresso del Qanàt. Ogni gruppo sarà accompagnato da almeno una Guida Speleologica del C.A.I. Club Alpino Italiano. I partecipanti verranno dotati di un caschetto con luce elettrica, un paio di stivaloni e una mantellina. La prenotazione è obbligatoria allo 091.6118775-7816861- info@alicooperativa.com.
Le visite sono realizzate in collaborazione con il Gruppo Speleologico del C.A.I. Club Alpino Italiano e sono patrocinate dall’assessorato al turismo del Comune di Palermo e da AMAP spa.

News Correlate